Le vie dell'indipendenza: la storia di Alessandra

Alessandra Perra
Alessandra Perra
Segretaria di Studio Medico
07 marzo 2014

Mi chiamo Alessandra, ho 38 anni e vivo in Sardegna. Sono affetta da una malattia genetica rara detta Osteogenesi Imperfetta (O.I.).

Compiuti i 18 anni, ho conquistato una grande indipendenza prendendo la patente "speciale". Sono davvero tantissimi i km e le avventure che abbiamo vissuto io e la mia Y10. È con lei che ho assaporato le prime sensazioni di libertà e autonomia.

Quando a 19 anni ho dovuto scegliere il percorso formativo, la strada da intraprendere, avevo varie possibilità. Fin da piccola nutrivo il desiderio di diventare medico, ma per via della mia disabilità ho rinunciato perché non avrei potuto svolgere quel tipo di lavoro appieno come desideravo.

Mi sono comunque iscritta all'università, Facoltà di Biologia, superando gli esami più tosti: Chimica, Matematica e Fisica quelli propedeutici per entrare nel cuore della Biologia, senza comunque conseguire la laurea per motivi di salute.

In seguito mi sono presa varie qualifiche nel settore informatico. Ho imparato quindi a sfruttare le moderne tecnologie a mio vantaggio e in modo creativo al fine di riuscire a superare anche gli ostacoli più grandi.

La nuova sfida è stata quella dell'inserimento nel mondo del lavoro, impresa ardua per qualsiasi giovane, dove far valere le proprie competenze e non la dicitura "appartenente alle categorie protette ai sensi della Legge 68/99" stà divenendo davvero complicato. Questa è una sfida per la sopravvivenza, per poter essere indipendente economicamente. 

Mi sono pertanto candidata in varie aziende, una delle quali mi ha assunta nel 2004 e vi ho lavorato per 10 anni, fino a luglio 2013, come impiegata commerciale.

Nel frattempo nel luglio 2012 sono stata contattata dal Centro Europeo di Formazione che mi aveva proposto diversi corsi di formazione tra i quali ho scelto quello di Segretaria di Studio Medico.

Il piano di studi è stato veramente interessante. Le unità didattiche era ben strutturate e di facile comprensione, erano argomenti verso i quali ero portata. La Medicina è sempre stata infatti una mia passione. Ho trovato una buona accoglienza da parte della Segreteria.

Ho superato con buoni risultati i 14 esami previsti dal corso di studi ottenendo così la qualifica.

Ringrazio soprattutto la mia tutor, la docente Andreina Bagnara per la diponibilità e la tempestività nella correzione e valutazione delle varie verifiche.

Adesso spero di trovare uno studio medico interessato ad una mia eventuale collaborazione in quanto ho una buona predisposizione nei rapporti interpersonali e buone capacità comunicative, doti essenziali per una Segretaria di Studio Medico.

L’O.I. è solo una spruzzatina di pepe in più nella vita di tutti i giorni!

Nulla impedisce alle persone con O.I. di fare carriera.

Alessandra