Antonino Cannavacciuolo per CEF

Il cielo del Centro Europeo di Formazione è pluristellato!

Antonino Cannavacciuolo, lo Chef pluristellato giudice di MasterChef Italia, protagonista di Cucine da Incubo, e di O Mare Mio è testimonial d'eccezione dei Corsi professionale a distanza CHEFuoriclasse organizzati da CEF.

Si tratta di una formazione completa e certificata fornita senza il vincolo di orari e luoghi, organizzando il carico di studio e le tempistiche dell'apprendimento in completa autonomia. L’esperienza di apprendimento è valorizzata dall'approccio e-learning e social learning.

I corsi vengono realizzati grazie a:

  • l’esperienza di docenti e specialisti a disposizione per consulti a distanza;
  • l’assistenza di un apposito ufficio stage e placement per l’assistenza nella ricerca dell’impiego;
  • l’appoggio scientifico di Renaia, la Rete Nazionale degli Istituti Alberghieri attraverso la quale vengono offerti gli stage pratici.

Come con i migliori piatti, tutti questi elementi vengono amalgamati per offrire ai corsisti-commensali dei prodotti di valore, il cui valore didattico è stato confermato da un giudice severissimo: Antonino Cannavacciuolo.

Cannavacciuolo testimonial del primo corso e-learning per cuochi 

Unitosi al trio Cracco-Bastianich-Barbieri alla guida del talent show di cucina più seguito, Cannavacciuolo ha lanciato così una nuova sfida: diventare cuochi professionisti si può! Anche a una certa età e anche senza il percorso scolastico tradizionale.

Agli aspiranti cuochi che gli chiedono informazioni sul percorso di studio da seguire risponde nel suo libro che «una scuola è utile quando hai dei professori validi, altrimenti, forse, perdi tempo». Da qui prende il via questo nuovo e originale progetto dedicato a chi vuole trasformare la passione per la cucina nel proprio lavoro.

Lo chef di Vico Equense ha raggiunto il successo grazie al sudore della fronte in turni interminabili dentro grandi cucine al seguito di grandi maestri; il primo fu il padre, inizialmente contrario al fatto che il figlio seguisse la sua strada: «Quando seppe che volevo fare il cuoco mi disse: "Antonino, prendi un calendario e cancella tutte le date in rosso"». Perché, egli ricorda, «la vita di un vero chef non ha orari, non ha vacanze né feste comandate: bisogna sporcarsi le mani, darsi da fare, imparare, crescere e non dormire mai sugli allori».

Gli eventi: Pure tu vuoi fare lo Chef?

Nell'autunno 2015 ha avuto luogo un evento in cui lo Chef Cannavacciuolo ha presentato pubblicamente il progetto formativo del Centro Europeo di Formazione, con l’idea che «la prima cosa che deve fare un cuoco è trovare la propria strada».

Il percorso formativo promosso da Antonino è continuato con l'evento “Pure tu vuoi fare lo Chef?”, tenutosi a Roma il 19 aprile 2016.

Lo Stadio Olimpico ha ospitato lo show cooking di Antonino Cannavacciuolo e gli interventi di altri importanti relatori, tutti incentrati su "La scelta" di diventare Chef e imprenditori, scegliendo di formarsi, crescere e lavorare, ma anche di motivarsi e godere della bellezza tanto della location quanto di un lavoro che spazia tra i mille aspetti del settore eno-gastronomico.

Lo Chef Cannavacciuolo continua con la sua idea di progetti formativi per gli appassionati del settore gastronomico e soprattutto per chi, della ristorazione vuole fare il proprio futuro professionale.

 

Libertà

Del nuovo corso editoriale con metodo FAD parla l’amministratore delegato Guido Galimberti, che illustra come il CEF:

«si proponga l’unica modalità formativa capace di liberare allievi e docenti dai limiti posti dalla compresenza fisica offrendo un metodo innovativo per l’acquisizione delle competenze professionali attraverso sussidi didattici mirati e avanzate tecnologie di comunicazione. È una formazione ideata su misura con un percorso personalizzato di qualificazione unico nel suo genere».

Fiducia

Carlo Robiglio, presidente del Gruppo Ebano di Novara, del quale il CEF è parte integrante, ha accolto il testimonial del corso CHEFuoriclasse dichiarando:

«Antonino Cannavacciuolo ha avuto fiducia nel metodo in cui crediamo. Questa fiducia ci spinge oggi ad aumentare ancor più il nostro impegno per offrire una formazione professionale innovativa valida che dia risultati concreti nel mondo del lavoro a chiunque accetti questa grande sfida. Come dice Cannavacciuolo, ‘Bisogna sempre avere dei sogni, anche ambiziosi, sennò non vai da nessuna parte’».